Site icon PoliticaLab

Senatore Luigi Nave sfugge a due rapine a Napoli con il Tesserino da Parlamentare

Luigi Nave

Luigi Nave

tellato Luigi Nave ha vissuto un’esperienza da incubo quando è stato oggetto di due tentativi di rapina mentre tornava a casa a Villaricca, alle porte di Napoli. Il politico, membro della Commissione Antimafia, ha condiviso la sua terribile esperienza sui social media e ha denunciato il tutto ai carabinieri.

Luigi Nave: il racconto del primo tentativo di rapina

Alle 18:30, mentre era alla guida della sua auto, Nave è stato improvvisamente affiancato da due giovani su uno scooter con il casco integrale. I rapinatori hanno minacciato Nave con una pistola, richiedendo la sua borsa. Il senatore ha risposto di non averla e ha offerto loro il suo bancomat. Tuttavia, il momento decisivo è giunto quando Nave ha estratto il suo tesserino da parlamentare.

Il tesserino ha avuto l’effetto di un deterrente potente, facendo desistere i rapinatori. Come ha dichiarato Nave: “È come se avessi puntato loro un cannone in pancia; hanno preferito scappare”.

Il secondo tentativo di rapina

Non appena Nave ha telefonato ai carabinieri per raccontare l’incidente e ha ripreso la sua strada, è stato nuovamente affiancato dai rapinatori. Questa volta, hanno puntato la pistola tra gli occhi di Nave in modo più minaccioso. Il senatore ha nuovamente mostrato il suo tesserino da parlamentare, ottenendo lo stesso effetto dissuasivo di prima. I rapinatori si sono dati alla fuga, immaginando di trovarsi in gravi guai.

La risposta dei carabinieri

Nonostante la pronta chiamata ai carabinieri da parte del senatore, la risposta delle forze dell’ordine ha deluso. Nave ha dichiarato che i militari non erano in grado di essere tempestivi a causa delle limitazioni delle loro auto, e purtroppo, non avevano motociclette per essere più efficienti.

L’esperienza di Luigi Nave

Il senatore Luigi Nave ha vissuto un momento di terrore, ma sembra che abbia mantenuto il sangue freddo grazie alla sua esperienza sotto le armi. Ha rivelato di essere stato un volontario in Somalia, con esperienza in alcuni conflitti a fuoco, sebbene non abbia mai dovuto annientare bersagli.

Questi due tentativi di rapina sono un triste esempio della crescente insicurezza nelle strade di Napoli. Tuttavia, la storia di Luigi Nave dimostra come il tesserino da parlamentare possa rivelarsi un deterrente efficace contro la criminalità.

In un momento in cui la sicurezza pubblica è un argomento di grande rilevanza, è fondamentale che le forze dell’ordine dispongano delle risorse necessarie per rispondere prontamente a situazioni di emergenza. Solo così si potrà garantire una maggiore protezione ai cittadini comuni e ai rappresentanti pubblici come il senatore Nave.

Exit mobile version