Guido Crosetto difende la sua posizione sulla giustizia: “Non attacco le toghe, ma chiedo chiarezza”

Guido Crosetto difende la sua posizione sulla giustizia: “Non attacco le toghe, ma chiedo chiarezza”
Guido Crosetto

Il ministro della Difesa, Guido Crosetto, si trova al centro di una polemica in seguito alle sue recenti dichiarazioni riguardo all’opposizione giudiziaria. Durante un’interpellanza alla Camera, Crosetto ha affrontato le accuse e ha cercato di chiarire la sua posizione su un tema delicato che ha generato tensioni tra il governo e la magistratura.

Guido Crosetto risponde alle polemiche

Durante l’interpellanza alla Camera, il ministro Crosetto ha affermato di essere “profondamente colpito dal tentativo di mistificazione” delle sue parole. Ha chiarito di non aver parlato di incontri segreti o cospirazioni, ma di aver espresso preoccupazione per alcuni interventi pubblici sulla giustizia che reputa gravissimi.

Il ministro ha dichiarato: “Non ho attaccato e non attaccherò mai la magistratura”. Ha ribadito la sua fiducia nella magistratura, ma ha sottolineato la necessità di discernere e ha criticato chi ha parlato di una magistratura con “una fisiologica funzione antimaggioritaria a tutela dei diritti”.

La difesa del ministro

Crosetto ha aggiunto: “Sono profondamente colpito dal tentativo di mistificazione delle mie parole. Non ho detto che a me raccontano di incontri segreti, di cospirazioni. Do lettura di alcuni interventi pubblici che io reputo gravissimi sulla questione giustizia. Io ho totale fiducia nella magistratura ma so discernere, mi riferisco ad alcune cose pubbliche che ho sentito in cui qualcuno ha parlato di una magistratura che deve avere ‘una fisiologica funzione antimaggioritaria a tutela dei diritti’, ha detto il ministro.”

Guido Crosetto: la richiesta di chiarezza

Il ministro ha aperto un dibattito sulla necessità di porre fine allo scontro tra politica e magistratura. Ha dichiarato che chi ha responsabilità deve essere terzo e ha esortato a porre fine a un confronto che rischia di generare una crisi istituzionale.

Guido Crosetto: reazioni e polemiche in Aula

Nel corso dell’interpellanza, sono emerse reazioni da parte dei vari gruppi politici. Alcuni hanno ribadito la richiesta di un’informativa sulle affermazioni di Crosetto, mentre il ministro si è detto stupito dalla contestazione, difendendo la sua disponibilità a riferire a Copasir, all’Antimafia e all’Aula.

Il ministro ha dichiarato: “Ieri abbiamo saputo che questa mattina sarebbe intervenuto Crosetto. Tutti i gruppi di opposizione avevano chiesto un’informativa sulle gravi affermazioni del ministro sulla magistratura.”

Crosetto respinge le accuse

Infine, Crosetto ha respinto le accuse di avere sollevato il tema per timore di inchieste. Ha dichiarato di non avere paura e di aver sollevato la questione per il bene della trasparenza e del dibattito pubblico.