Luca Campana denuncia il deputato FdI Pozzolo per il colpo di pistola a Capodanno: nuovi sviluppi nella vicenda

Luca Campana denuncia il deputato FdI Pozzolo per il colpo di pistola a Capodanno: nuovi sviluppi nella vicenda
Luca Campana

La notte di Capodanno a Rosazza continua a suscitare scalpore con le recenti rivelazioni di Luca Campana, l’elettricista di 31 anni ferito da un proiettile sparato dal deputato FdI Emanuele Pozzolo. La vicenda ha assunto nuovi sviluppi, portando anche alle prime interrogazioni parlamentari da parte del Movimento 5 Stelle.

Il racconto di Luca Campana

Campana ha spiegato il motivo del ritardo nella denuncia, dichiarando in un’intervista al Corriere della Sera: “Sono un semplice operaio, mentre lui è un politico.” Ha sottolineato di non aver mai toccato la pistola e di essere ancora sotto shock, aggiungendo: “Questa vicenda mi ha molto provato, poteva andare molto peggio.”

Presenza di bambini alla festa

Campana ha rivelato che alla festa c’erano dei bambini, ringraziando il destino per essere stato lui a essere ferito. Nonostante la comprensione delle circostanze, si è detto arrabbiato per alcune dichiarazioni successive al tragico evento.

La dinamica dello sparo da un metro

In un’intervista al quotidiano La Stampa, Campana ha ricostruito la dinamica dello sparo, affermando che Pozzolo si trovava a soli un metro di distanza da lui quando è partito il colpo di pistola. Ha descritto il dolore persistente e le difficoltà nel movimento, sottolineando l’importanza che il politico assuma le proprie responsabilità.

Interrogazioni parlamentari del Movimento 5 Stelle

La deputata Valentina D’Orso del Movimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione parlamentare per ottenere dettagli cruciali sulla vicenda. Si pone l’accento sulle verifiche del ministero sull’autorizzazione al porto d’armi di Pozzolo per difesa personale.

Querela di Luca Campana

Il trentunenne elettricista ha presentato querela per lesioni contro Emanuele Pozzolo, sospeso da Fratelli d’Italia. Campana ha riflettuto attentamente prima di prendere questa decisione, considerando la disparità di potere tra un operaio e un politico.

Ulteriori dettagli sulla notte di Capodanno

Campana ha fornito ulteriori dettagli sulla serata di Capodanno a Rosazza. “La cena è stata organizzata per tempo – spiega – già prima di Natale sapevo che avrei passato il Capodanno a Rosazza. C’erano anche mia moglie e i miei due figli, che però credo fossero in un’altra stanza al momento dello sparo”.

Il recupero di Luca Campana

Ancora claudicante dopo l’intervento di microchirurgia, Campana ha dichiarato: “Passo le giornate seduto sul divano cercando di stare più fermo possibile. Al minimo movimento della gamba, sento un dolore forte. Sto vivendo un periodo fatto di molteplici sofferenze, spero di rimettermi al più presto e di tornare al lavoro, alla mia vita”.

Conclusioni

La vicenda di Luca Campana e il colpo di pistola sparato da Emanuele Pozzolo continuano a tenere la cronaca sotto i riflettori. Le indagini in corso e le interrogazioni parlamentari sono destinate a gettare ulteriore luce sulla situazione, mentre Campana lotta per riprendersi dalle lesioni subite. La querela rappresenta un passo importante verso la ricerca di giustizia in questa complessa vicenda, che continua a destare preoccupazione e interesse nell’opinione pubblica.